In questa guida spieghiamo come scegliere una vaporiera elettrica, e quali elementi tenere a mente durante questa fase.

La vaporiera è un elettrodomestico da cucina molto utile, anche se ne esistono di diverse tipologie. Oltre a quella a gas e alla vaporiera cinese in bamboo, troviamo infatti il modello elettrico, il quale funziona tramite un serbatoio che andrà riempito di acqua, che il calore trasformerà poi in vapore, permettendo la cottura degli alimenti presenti dentro al cestello. In questa sede non è nostra intenzione ricordarti tutti i vantaggi della cottura a vapore, ma illustrarti gli elementi utili per comprare un modello elettrico adatto alle tue esigenze.

Capacità della Vaporiera Elettrica

Quando si parla di capacità di una vaporiera, si fa riferimento a due elementi principali, ovvero al numero di cestelli presenti nel modello e alla loro grandezza. Considera che, acquistando una vaporiera elettrica dotata di più di due cestelli, avrai la possibilità di cuocere a vapore un numero maggiore di alimenti. Lo stesso risultato lo potrai ovviamente ottenere investendo in un modello dotato di cestelli di un diametro superiore.

Qui va detto che le vaporiere base vengono sempre accessoriate con due cestelli, ma che sul mercato esistono anche modelli con tre cestelli. In realtà esiste un valore specifico che indica la capacità di una vaporiera, dato che questa viene sempre espressa in litri. Si parte da una base di tre litri, fino ad arrivare alle vaporiere professionali, che possono anche vantare una capacità da 11 litri. Ovviamente questo valore considera la capacità totale di ogni singolo cestello sommato agli altri. Nell’elenco di seguito ti spiegheremo quale di queste fa al caso tuo.
Capacità da 3 litri fino a 5 litri, ottima per una persona fino a tre persone.
Capacità da 6 litri fino a 9 litri, da tre persone a sei persone.
Capacità da 10 litri o 11 litri, da sei persone a otto persone.

Il numero dei cestelli, invece, è importante per una questione di varietà dei cibi che puoi cucinare. Investire in un modello con tre cestelli, per esempio, ti permetterà di separare più pietanze rispetto ad un modello con due cestelli, anche a parità di capienza in litri. Ecco spiegato perché di solito i modelli con tre cestelli vengono considerati professionali. Infine, è il caso di dire che il prezzo finale di una vaporiera non dipende necessariamente dalla sua capacità e dal numero di cestelli presenti.

Programmi di Cottura di un Vaporiera Elettrica

Il tipo di programmi di cottura presenti nella vaporiera è molto importante, soprattutto per quanto riguarda la comodità e la velocità della preparazione a vapore. Te lo diciamo perché alcuni modelli posseggono dei programmi più avanzati di altri, e questo va ad incidere sul prezzo finale. Occorre dunque sintetizzare le opzioni che puoi trovare sul mercato odierno.

Programmi preimpostati
In questo caso la vaporiera elettrica ti permette di usare dei programmi di cottura già presenti in memoria, risparmiando del tempo.

Timer
Tutte le vaporiere posseggono un timer, solo che questo può essere o manuale o automatico. I timer automatici rendono un modello migliore, e in certi casi sono presenti anche in versione digitale.

Programmi avanzati
Le vaporiere più care posseggono un set di programmi molto avanzati. Questi potrebbero permetterti di usare una combinazione tra temperatura e tempo ottimizzata per la cottura della carne o per il pesce. Altre combinazioni vengono invece pensate per cuocere contemporaneamente alimenti diversi, trovando un compromesso perfetto per entrambi.

L’insieme di questi programmi, come detto, può alzare la qualità dell’elettrodomestico e dunque anche il suo costo finale. Naturalmente conviene sempre investire in una vaporiera che vada incontro alle proprie necessità personali, senza esagerare con programmi inutili.

Funzionalità della Vaporiera Elettrica

Bisogna imparare a distinguere i programmi di cottura dalle funzionalità, dato che queste rappresentano un mondo a parte. Le funzionalità della vaporiera elettrica, infatti, servono per rendere questo elettrodomestico più o meno versatile per chi lo usa. Risulta essere chiaro che le funzioni possono andare ad incidere pesantemente sul costo di un dispositivo, e che le migliori finiscono per alzare il prezzo finale del modello. Di contro, nelle vaporiere a basso costo comunque non mancano mai le funzioni considerate basilari. Ecco perché nella sezione a seguire ti elencheremo le funzionalità principali appartenenti a questo elettrodomestico.

Mantenimento in caldo dei cibi
Questa funzione, nota anche come keep warm, permette alla vaporiera di mantenere in caldo gli alimenti già cotti a vapore. In altri termini, è una funzionalità che evita che i cibi possano freddarsi nell’attesa di essere serviti in tavola. Non fa parte delle funzioni base, dunque si tratta di una soluzione presente solo nei modelli di fascia medio alta.

Infusore di spezie e aromi vari
Quando si parla di infusori, si fa riferimento ad un piccolo contenitore che viene aggiunto nella base del dispositivo. Viene pensato per permettere a chi cucina di aggiungere spezie e aromi vari, in modo da insaporire i cibi che verranno cucinati con il vapore. Da sottolineare che, pur non trattandosi di una funzione basica, questa non va ad influenzare il prezzo finale della vaporiera.

Spegnimento automatico
La funzione di spegnimento automatico risulta essere molto utile, in quanto disattiva in autonomia la vaporiera quando il programma di cottura è stato completato. Si tratta di un’aggiunta preziosa, in quanto evita inutili consumi energetici, e protegge anche l’apparecchio da eventuali danneggiamenti. Da sottolineare che spesso questa funzione viene aggiunta di base nella maggioranza delle vaporiere elettriche.

Altre funzioni
Altre funzioni presenti possono essere la possibilità di aggiungere altra acqua in fase di cottura, oppure il riscaldamento veloce. Si tratta di soluzioni aggiuntive, presenti nei modelli di fascia alta.

Accessori della Vaporiera Elettrica

Anche gli accessori in dotazione possono alzare il costo di una vaporiera elettrica, perché ne favoriscono l’usabilità in termini di cottura degli alimenti. Si parla soprattutto della presenza dei cestelli in aggiunta, i quali vanno a sostituire i cestelli base quando si tratta di cuocere cibi particolari, per esempio le uova, ma anche il riso e le zuppe, insieme ai bicchieri progettati per i dolci.

Da sottolineare che, in ogni caso, questi cestelli aggiuntivi possono anche essere acquistati a parte. In secondo luogo, un altro tipo di accessorio è il ricettario, utile per chi desidera scoprire nuovi piatti da preparare con la vaporiera.

Manutenzione della Vaporiera Elettrica

Chi usa spesso questo apparecchio, deve sincerarsi di acquistare un modello che risulti semplice da manutenere e da pulire, per evitare la contaminazione dei sapori. Di riflesso, conviene sempre scegliere contenitori che possano essere lavati in lavastoviglie, per accelerare le operazioni di pulizia.

Un altro elemento importantissimo è la comodità nel caricare l’acqua dentro al contenitore, che dovrebbe risultare sempre agevole e comoda. Inoltre, certi contenitori vengono realizzati permettendo a chi usa la vaporiera di vedere l’acqua presente, così da poterne monitorare il livello.

Altri modelli emettono addirittura un segnale acustico o visivo, quando il livello di acqua nel contenitore scende al minimo e richiede un rabbocco.

Vaporiere Elettriche più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle vaporiere elettriche più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.