In questa guida spieghiamo come scegliere la vaporiera cinese, uno strumento che ultimamente si è diffuso parecchio anche in Italia. Questo utensile è molto ricercato per via dei grandissimi vantaggi della cottura a vapore, applicata soprattutto alle verdure e ai vari tipi di pesce. Ti basti pensare al fatto che, cuocendo a vapore un alimento, i minerali e gli altri elementi benefici non verranno dispersi nell’acqua di cottura.

In secondo luogo, i cibi cotti a vapore conservano un maggiore potenziale nutrizionale, e un sapore migliore rispetto a quelli bolliti o cotti in altri modi. Per questa ragione, se anche tu vuoi dedicarti a questo genere di cucina, allora dovrai prima capire in base a quali fattori scegliere la tua futura vaporiera.

Come Scegliere una Vaporiera Cinese

La vaporiera cinese è uno strumento molto semplice, a differenza delle comuni vaporiere elettriche, di conseguenza i fattori da studiare non sono tantissimi. Per prima cosa devi assicurarti che il bamboo che compone i cestelli della vaporiera sia di grande qualità, e che l’assemblamento sia altrettanto buono. Molti dei migliori modelli in commercio, infatti, ti propongono dei cestelli così solidi che potrai anche usarli come piatti o come vassoi, se lo desideri. Tra le tipologie di composizione da preferire, il consiglio è di scegliere una struttura realizzata in bamboo intrecciato, sia per il coperchio che per i cestelli.

In secondo luogo, devi anche verificare la capienza di questi cestelli, perché da questa dipenderà la possibilità di appoggiarli su una pentola. Il nostro suggerimento è di evitare tutte quelle vaporiere con cestelli dal diametro inferiore ai 25 centimetri. In caso contrario, la tua vaporiera potrebbe sprofondare nelle pentole o nel wok, rivelandosi del tutto inutile. Naturalmente si tratta di un elemento che devi stabilire tu, in base alle tue esigenze, quello che conta è che il diametro sia compatibile con quello delle pentole che usi di solito. Tornando ai cestelli, a parte la qualità del materiale, per il resto sono tutti identici. Ogni cestello possiede infatti una base traforata per il passaggio dei vapori e la ricaduta della condensa.

Di contro, in base al modello potresti trovare un numero diverso di cestelli, che può andare da due fino a quattro livelli. Il numero di questi è decisivo, perché più livelli equivalgono alla possibilità di poter cuocere più alimenti in simultanea. Poi è importante considerare se la struttura della tua vaporiera è stata realizzata usando solamente il bamboo, o se sono presenti anche altri materiali. Conviene sempre preferire il solo bamboo, perché in caso contrario gli altri materiali presenti potrebbero rilasciare delle sostanze tossiche o contaminare i cibi durante la cottura con il vapore. Questa è una regola generale che va applicata specialmente alla composizione del coperchio.

Un ulteriore vantaggio delle vaporiere cinesi è il loro prezzo, davvero molto basso, dato che si va dai 15 euro ai 30 euro circa. Le vaporiere elettriche, invece, possono arrivare a costare anche il triplo.

Come Utilizzare la Vaporiera Cinese

Adesso che sai come scegliere la vaporiera cinese, e quali sono i pochi elementi ai quali dovrai prestare attenzione, è probabile che tu ti stia chiedendo anche come si usa. Non è affatto difficile, però serve comunque rispettare una serie di passaggi e di regole, per ottenere una cottura al vapore perfetta. Qui di seguito ti elenchiamo i vari passi che dovrai rispettare per utilizzare bene la tua vaporiera.

La prima cosa che devi fare è prendere la pentola che hai scelto, e versare l’acqua al suo interno. A questo punto dovrai prendere la vaporiera in bamboo e sistemarla dentro la pentola, in sospensione. Considera che l’acqua non dovrebbe mai toccare la base del tuo strumento, e che in genere bastano 5 centimetri di acqua in pentola.

Adesso devi prendere delle foglie di cavolo o di lattuga, e disporle sulla base della tua vaporiera. Lo scopo di queste foglie è di impedire ai cibi di attaccarsi al fondo in bamboo, quando poi andrai a cuocerli al vapore. Questa operazione andrebbe compiuta per ogni livello dell’utensile che hai scelto di utilizzare. Volendo potresti usare anche della carta forno, ma la lattuga è decisamente più indicata.

Le fasi di preparazione sono terminate, e ora ti basta procedere alla sistemazione degli alimenti sui piani della vaporiera. In questo momento puoi anche condire i tuoi cibi a piacimento, magari aggiungendo pepe e sale. Poi, quando l’acqua inizierà a bollire, finalmente la tua vaporiera potrà compiere il suo dovere. Ricordati che per la cottura a vapore, di solito, basta un quarto d’ora.

Usare la vaporiera è semplicissimo, però c’è un trucco che ti consentirà di insaporire di più i cibi. Ti basta infatti usare del brodo di verdure o di carne, al posto dell’acqua di cottura in pentola, o versando spezie all’interno del contenitore.

Vaporiere Cinesi più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle vaporiere cinesi più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.