In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli su come pulire la vaporiera.

Per la realizzazione dell’articolo abbiamo utilizzato i consigli presenti in questa guida sulla pulizia della vaporiera presente su Comepulire.net.

La vaporiera è un elettrodomestico molto apprezzato in ambiente familiare, in quanto è in grado di cuocere molte pietanze mantenendo le caratteristiche degli alimenti Questo dispositivo è utilizzato per la cottura di pesce, carne, verdure, pasta, zuppe e anche riso, alimenti che devono essere inseriti nel proprio contenitore specifico, il quale va naturalmente lavato dopo l’utilizzo.

Braun IdentityCollection FS 5100

Essendo la vaporiera un prodotto elettrico, spesso non si sa bene come effettuare una pulizia dettagliata, che però non danneggi l’apparecchiatura e i suoi componenti.

Intanto bisogna impegnarsi per smontare con cura tutte le parti assemblate che possono essere lavate e pulite come i cestelli, i serbatoi, i coperchi e i contenitori specifici. Per la pulizia di questi componenti si può utilizzare l’acqua, in quanto sono sprovvisti di circuiti elettrici. Bisogna scegliere se inserire questi accessori della vaporiera in lavastoviglie, elettrodomestico utilizzabile anche se sconsigliato, oppure nel tradizionale lavandino.

Bisogna, infatti, evitare di lavare i componenti in lavastoviglie, perché questa potrebbe non eliminare ogni residuo di cibo e di sporco. Il lavaggio in lavandino, invece, è quello che si predilige, molto rapido e realizzato manualmente, consente di agire su tutti gli angoli e gli interstizi in cui possono rimanere residui di cibo. Risulta essere possibile adottare anche un detergente non troppo aggressivo o un classico detersivo per piatti, per rimuovere le possibili incrostazioni, che sono davvero molto rare, in quanto si tratta di un elettrodomestico che opera attraverso il vapore e impedisce quindi ai grassi di incollarsi.

Risulta essere necessario concludere la procedura asciugando con cura i componenti, assicurandosi di non lasciarli umidi, perché potrebbero risultare pericolosi, una volta entrati a contatto con la corrente elettrica. In ogni caso, prima di procedere con il lavaggio, è bene consultare il manuale delle istruzioni, contenuto nella confezione originale, che di solito elenca le parti lavabili e non lavabili.

Di tanto in tanto, invece, le vaporiere elettriche tendono a accumulare il calcare, che potrebbe ostruire l’erogazione del vapore, evitando il corretto funzionamento dell’elettrodomestico. In questo caso, si può impiegare un prodotto facilmente reperibile in commercio, l’aceto. Questo va versato all’interno della vaporiera accesa, per consentire l’evaporazione del liquido e la conseguente decalcificazione dei componenti interni dell’elettrodomestico.

Un altro rimedio può essere quello di tagliare in pezzi molto sottili il limone e il pomodoro e di unirli al bicarbonato quando la vaporiera è in azione: l’insieme di queste parti tende a sciogliere i punti calcarei. In ogni caso, prima di praticare anche queste procedure, è bene leggere il manuale delle istruzioni.

La pulizia della vaporiera risulta essere quindi un’operazione piuttosto semplice.